giovedì 28 settembre 2006

Looking for the Perfect Beat 6


È passato un bel po’ di tempo dall’ultima volta che ho fatto una recensione di classici più o meno conosciuti, quindi è il caso di porvi una pezza. Mi sono anche accorto che dopo il 2000 è difficile trovare dischi che possano sfidare il tempo, quindi proverò a fare una recensione-promozione di un disco relativamente nuovo, fuori dal periodo d’oro della new school 1995-1997… In questo caso, la scelta non poteva che cadere su The Cold Vein dei Cannibal Ox (Definite Jux, 2001).
Opus magnum del produttore El-P, The Cold Vein è un disco straordinario sia dal punto di vista concettuale sia da quello musicale. El-Producto sforna basi dure, funky, ariose, quasi “post-rock” (se mi passate il termine), campionando di tutto, dalle batterie dei Run DMC ai pezzi rock più trasversali. Insomma, un bignamino di quello che è (e deve essere) la Def Jux: una casa che propone i b-boys del Ventunesimo Secolo, hardcore eppure futuristica, purista eppure contaminata, all’avanguardia eppure con un occhio al passato, quando la cosa più importante era essere fresh.
E qui entrano in gioco Vordul Megallah e Vast Aire, solidità e genio, lavoro oscuro ed indolenza, ritornelli ad effetto e rime da restare a bocca aperta. In quest’ordine.
Prodotti di una miscela di influenze che varia dal Wu-Tang Clan ai manga, dalla fantascienza ai fumetti Marvel, i due MC entrano in scena generando emozioni diverse. Vordul è abbastanza classico nel flow, mentre Vast Aire è genio e sregolatezza, un orso con una voce che sembra una perdita di gas e con rime taglienti come rasoi. Sembra un mix traballante, ma non è così, ed i nostri sorprendono sempre.
E non hanno neanche bisogno di troppi featuring. A ben guardare, riuscire a completarsi a vicenda non viene loro così difficile.
E quando lo fanno al meglio, i risultati sono straordinari: Stress Rap è la fotografia della New York che l’hip hop vi sta nascondendo, The F-Word è una delle più belle canzoni d’amore mai scritte, e in molti altri momenti non sembra di essere nel 2001 ma in un’odissea nello spazio
Ah, dimenticavo: il disco nuovo sembra in arrivo. Nel frattempo, fatevi un bel ripasso.

5 commenti:

Larri ha detto...

a fine anno scorso fecero uscire quella roba live col singolone inedito del dios e da lì è paranoia pura...

ma quando cà arriva sto disco nuovo????

uffffffffffff

viva El Producto

Antonio ha detto...

Speriamo presto. Si mormora che ci siano RZA, Pete Rock e Doom alle basi!

Basnick Fedo ha detto...

Si mormora che ci siano RZA, Pete Rock e Doom alle basi!
-----------------

Booooom!!!!

Basnick Fedo ha detto...

tiè..un regalino

magari già lo conosci

http://def-jux.blogspot.com.html

Antonio ha detto...

Conosco, conosco... ma molti dischi Def Jux ce li ho originali!