martedì 1 agosto 2006

Un Tributo ai Non Phixion


È notizia di questi giorni lo scioglimento di uno dei più grandi gruppi hip hop mai esistiti (e il fatto che sia tutto bianco non fa che accrescerne l’importanza): i grandi Non Phixion.
Inizialmente concepito come Non Fiction, il gruppo è “figlio di un Dio Minore” come MC Serch, che voleva addirittura farne la versione bianca dei Public Enemy (con le basi di Eclipse!).
E invece ne venne fuori il gruppo hip hop che si dovrebbe vedere su X-Files
Serch lasciò subito, pare per dissapori con il tenero Necro, ma la straordinaria 5 Boros ce lo mostra ancora al massimo della forma come ai tempi dei freestyles su Yo! MTV Raps, quando venne abbracciato da un rapperino come Rakim (!). Poteva essere l’inizio della fine e invece no: fu a questo punto che la personalità del gruppo emerse, fino all’esplosione della fine degli anni ‘90.
Le diverse anime del gruppo erano quattro: quella old school, inquadrata da DJ Eclipse, che fu fondamentale nella definizione del boom bap del gruppo, classico e quadrato sound newyorkese (e i primi beats di Necro sono fra i migliori che il signor Braunstein abbia mai prodotto).
L’anima politica “attiva” fu incarnata da Sabac Red, l’impegnato per eccellenza del gruppo, capace di fare da perfetto contrappunto all’anima paranoica e street smart incarnata da Ill Bill (il migliore MC del gruppo e l’unico che potrebbe forse fare carriera “mainstream”), creando una serie di visioni piene di sentimenti anti-establishment e paranoia che restano il trademark del gruppo.
Come non ricordare l’incipiti di Black Helicopters: “At the time of his life, a capitalist with a communist wife…”?
Accanto a queste anime più “catalogabili”, l’anima malata e “dopesick” era incarnata da Goretex Medinah, un MC di straordinario talento e un poeta astratto ma anche la causa, pare, dello scioglimento.
Il disinteresse di Goretex nei confronti del gruppo sembra andasse avanti da anni, fino alle estreme conseguenze dell’ultim’ora. Io credo ci possa essere dietro un possibile problema di droga, nel cui caso spero che Don Vincenzo torni presto fra noi…
Peccato, perché i Non Phi si lasciano dietro un’eredità fatta di bruciature da parte delle case discografiche, rescissioni consensuali, convinzione nei propri mezzi, sbattimenti, una striscia di singoli da fare invidia a CHIUNQUE, e due album ottimi (incidentalmente, il primo album ha fra i crediti tre dei produttori di Illmatic…).
Le cose migliori? Difficile dirlo, ma The CIA Is Trying to Kill Me (col campione di Milano Criminale, garantisce Diego Cajelli) e If You Got Love hanno un posto speciale nel mio cuore.
Poi la versione originale di Black Helicopters, No Tomorrow e 5 Boros, anch’esse inarrivabili.
Per andare controcorrente, invece, non sono un grande fan di Rock Stars
Per quanto riguarda il futuro, i tre amigos hanno in programma nuovi progetti solisti, mentre di Goretex non si sa niente… Solo il tempo ci dirà se si può ricucire lo strappo o se la storia finisce qui.

2 commenti:

Basnick Fedo ha detto...

sigh...la prima volta che ho sentito black helicopter (tra l'altro è il pezzo che me li ha fatti conoscere)stavo impazzendo! mi dispiace molto anche perchè come dici te li vedo male solisti, l'unico è appunto Ill Bill che già con What's wrong ha mandato a casa un sacco di gente

Antonio ha detto...

Ill Bill e' un mostro, ma anche l'album di Sabac e' ottimo (e Sabac non e' un rapper bravo come Bill...).
Peccato per Goretex che a livello di malattia mentale non aveva rivali: sentiti Celebrity Roast...
Le cose vecchie dei Non Phi resteranno per sempre, comunque.