mercoledì 24 giugno 2009

Qualcuno Ricorda...

...Quando ogni album che usciva dal Texas, e da Houston in particolare, andava al numero uno in USA? Se si, a distanza di pochissimi anni, sa dirmi che fine hanno fatto Slim Thug, Paul Wall, Chamillionaire, Mike Jones e soci? Quanto si guadagna a fare il portiere d'albergo in Texas? Facile arrivare al top, più difficile restarci (e per anni)...

9 commenti:

reiser ha detto...

Darei la mia palla destra per avere Chamillionaire e gli altri (Mike Jones no) al posto della gente di Atlanta e New Orleans

Comunque le classifiche rap mi ricordano le evoluzioni del PD, con weedcarrier e tutto il resto

Veltroni = LL Cool J
D'Alema = Fiddy
Nicola Latorre = Tony Yayo
Bersani = Lloyd Banks
Serracchiani = Soulja Boy/Fenomeno del momento
e via dicendo

Antonio ha detto...

Darei la mia palla destra per avere Chamillionaire e gli altri (Mike Jones no) al posto della gente di Atlanta e New Orleans

Confermo. Il rap texano è sempre stato molto tecnico, anche nelle grezzate.
Mike Jones >>> Gucci Mane, comunque, nonostante i gimmick.

Veltroni = LL Cool J

No, semmai Veltroni = LL Cool J ORA.
Da giovane LL era una bestia, altro che.

reiser ha detto...

Sì sì, ovviamente intendo dire l'ultimo LL

Magic Johnson ha detto...

Spariti si, poveracci non credo visto che il loro multiplatinum se lo sono portato a casa tutti se non sbaglio...

Antonio ha detto...

Boh, sai che non lo so?
Black Rob (che pure con Whoa non era andato male) pare sia spiantato malissimo... Ma magari il contratto Bad Boy era meno lucroso (penso di sì, stando a quel che si dice di Diddy).
Smoothe the Hustler era portiere d'albergo, fino a poco tempo fa.
E non parliamo degli indipendenti...
Speriamo che invece i texani abbiano investito bene i soldi (e speriamo che i contratti texani, loschi per eccellenza, non fossero così male, stavolta).
Sarei curioso di sapere che fa Mike Jones (Who? Mike Joneees), a parte l'ultimo singolo-ciofeca.

reiser ha detto...

Bah visti i modi idioti in cui gettano via il denaro non mi sorprenderei a vederli a riparare sedie di vimini a un angolo della strada anche se hanno venduto milioni

E i catenozzi
E le macchine
E le TV al plasma
E la droga

Alle volte mi meraviglio di quanto tempo dedichi ai svantaggiati

Anonimo ha detto...

Smoothe the Hustler era portiere d'albergo, fino a poco tempo fa.

"Smoothe da hustler da niggaz who selling drugs to living"
tratto da Glocks on cock(se non sbaglio)...
non mi pare che se la sia mai passata tanto bene...però propongo che cambi il nome in smoothe da hall portet...

RARASHIXXX

Antonio ha detto...


Alle volte mi meraviglio di quanto tempo dedichi ai svantaggiati


(dedichi) Io, tu o entrambi?

Poi c'è il discorso dell'apparenza.
Ovvero, se mi danno un anticipo di 500.000 dollari, mi viene fuori una bella catena da 200.000, l'affitto di un bel villone per fare il figo, una Ferrari di seconda mano e un sacco di bei vestiti.
Chi mi vede in giro pensa che io sia un "Briatore". Poi il disco fa flop, e cosa mi resta in mano?
Praticamente nulla. I vestiti non li posso mettere più perchè non sia mai che io non debba risultare sempre il più fresh, la catena non la posso rivendere se no fa pezzente, dalla Ferrari ci faccio pochi soldi a seconda mano.
Insomma, sembro un miliardario ma non è così...
Ovviamente non andrà così per tutti, ma per molti sospetto che questi siano i meccanismi.

Tipo: cosa succede a Ricky Ross fra un annetto? Torna a fare il secondino?

Anonimo ha detto...

ahahahaha...e non dimenticatevi dei grillz...questi deficienti hanno l'equivalente di una bentley superaccessoriata sui denti, e Pawwow (paul wall) se non ricordo male li vendeva pure...Cmq anche a me stavano molto più simpatici loro di tutta la gentaglia di Atl & co.
meros