sabato 11 ottobre 2008

Minirecensione

ARABIAN PRINCE
Innovative Life: The Anthology, 1984-1989
(Stones Throw)


Misconosciuto pioniere della scena “electro/rapp” della West Coast, Arabian Prince è una specie di Stu Sutcliffe dell’hip hop, avendo lasciato gli N.W.A. appena prima dell’esplosione di Straight Outta Compton (sulla cui famosa copertina appare, per altro). D’altro canto, all’epoca il Principe era certamente il membro più famoso della band e, a parte forse Ice Cube, il più cool. La storia ha poi seguito il proprio corso, ma Innovative Life ha il merito di riavvicinarci al periodo più glorioso dell’electro “melodico” di Arabian Prince, quando la dieta musicale dei b-boys era a base di funk e batterie elettroniche, mascara e spolverini in pelle, gel per capelli e guanti senza dita.
Come sempre ben curato il lavoro di grafica e packaging della Stones Throw, ma del resto, la musica di Arabian Prince se lo meritava. Chissà come sarebbero andate le cose se non avesse lasciato gli N.W.A...

Giudizio a là El-P: it fucking rocks!

4 commenti:

Marty aka Marty Mcfly ha detto...

Cazzo, vedi che ce la facciamo ad andare daccordo :)

Antonio ha detto...

Vabbe', ma quando non andiamo d'accordo e' solo perche' voi sbagliate... ;-)

Marty aka Marty Mcfly ha detto...

Musicalmente non saprei...grammaticalmente si...(d'accordo)

Antonio ha detto...

hahahahaha!